Geriatria e gerontologia
credits - editoriale geriatria - meetings - notiziario - pubblicazioni
Presentazione
Una premessa
L'invecchiamento
Tempo libero e solitudine
Geragogia
Alimentazione
Alcolismo
Alcol e invecchiamento cerebrale
Attività fisica
   
  Links
  Email
   
  site design Doublespeak
 
Study of an old Man's Profile - Galleria degli Uffizi - Firenze
Importanza della geragogia in un'Italia sempre pių vecchia Torna agli editoriali

di
Vittorio Nicita Mauro
Rettore dell'Università della Terza Età di Messina
Già Professore Ordinario di Geriatria e Gerontologia
all'Università di Messina

Il progressivo incremento della durata media della vita è il fenomeno demografico di maggiore interesse degli ultimi decenni. L'aspettativa di vita alla nascita,che in Italia era intorno ai 50 anni nel 1921,di 73.1 anni nel 1980, è attualmente di 79.1 anni per gli uomini e di 84.3 per le donne (ISTAT,2010). Un dato di grande interesse da sottolineare è che con l'incremento della vita media si è determinato un aumento progressivo degli ultranovantenni ed in particolare degli ultracentenari. E' opportuno però evidenziare che questo allungamento dell'aspettativa di vita ha comportato come conseguenza negativa un incremento degli anni vissuti in disabilità che in Italia sono calcolati mediamente nei due sessi in circa sette anni. Le condizioni che favoriscono l'insorgenza di disabilità sono rappresentate,in ordine decrescente di frequenza, da: tabagismo,ipertensione arteriosa,abuso di alcool,ipercolesterolemia,elevato indice di massa corporea,ridotto apporto di frutta e verdura con la dieta ed inattività fisica,tutte condizioni strettamente collegate allo stile di vita. Uno stile di vita errato(sedentarietà,fumo,alimentazione scorretta ed eccesso ponderale,scarsa attività intellettuale,stress eccessivo) accelera il processo di invecchiamento

ed espone quindi ad un rischio significativamente più elevato di sviluppare condizioni patologiche invalidanti riducendo l'aspettativa e la qualità di vita, invece uno stile di vita ottimale (attività fisica regolare,impegno intellettuale costante,astensione dal fumo,alimentazione equilibrata e varia,normale peso corporeo,eustress) contribuisce al mantenimento dello stato di salute e contrasta le malattie,ritarda l'invecchiamento e favorisce la conquista della longevità. E' indubbio che nel contesto della medicina preventiva un ruolo importante è svolto dall'educazione alla salute ed ,in particolare,dato il progressivo incremento del numero degli anziani, dalla geragogia che si differenzia dall'educazione sanitaria perché,oltre alla tutela della salute,ha il compito di promuovere uno stile di vita idoneo all'età senile,anche mediante un opportuno riordinamento filosofico interiore. È perciò opportuno diffondere presso la popolazione, non soltanto anziana però, l'educazione all'invecchiamento mediante interventi intesi a divulgare le norme per un'anzianità attiva ed ancora creativa. Alla diffusione di questa strategia educativa devono provvedere lo Stato, attraverso le sue molteplici emanazioni, la famiglia, la scuola, i mass media, i Consultori, l'Università della Terza Età ed in particolare i medici. Questi ultimi, in specie se con una buona preparazione geriatrica, debbono rendere i cittadini sensibili ai problemi della salute, diffondendo delle conoscenze che, una volta elaborate, vengano trasformate in acquisizioni personali capaci di consentire scelte ragionate, in virtù di una partecipazione attiva alla tutela della salute. Al raggiungimento del suddetto obiettivo può risultare utile trasmettere in maniera capillare alla popolazione,con la collaudata formula del "decalogo" (tabella 2), alcune regole apparentemente semplici ma in realtà di indubbio vantaggio ai fini educativi e preventivi.

Geragogia in decalogo
OBIETTIVO: vivere in salute e invecchiare in bellezza

1. La salute è un bene prezioso che devi imparare a tutelare sin dall'infanzia.
2. Adotta un'alimentazione equilibrata e varia mantenendo il peso ideale.
3. Svolgi costantemente attività intellettiva e possibilmente creativa: l'apprendimento costante è "farmaco di giovinezza".
4. Considera le relazioni sociali, l'amicizia ed in particolare l'amore importanti ad ogni età.
5. Pratica attività fisica con regolarità e proporzionalmente all'età.
6. Evita il fumo e le droghe, limita il consumo di alcolici.
7. Cerca di vivere in maniera semplice e senza eccessiva ansia :
lo stile di vita non deve essere aggressivo.
8. Usa i farmaci, in specie gli psicofarmaci, solo quando realmente necessari e sotto controllo medico.
9. Affronta la vita con ottimismo: pensare positivo attenua lo stress
e fa vivere meglio.
10.Segui un tuo progetto di vita capace di favorire una progressiva
crescita spirituale, cercando di avere sempre più sogni e meno
rimpianti.

Bibliografia essenziale
1. Antonini F.M.,Ferrucci L.,Marchionni N. La geragogia. Giorn. Geront.,1986,34,831-835
2. Antonini F.M.,Magnolfi S.,Cecchi F. Principi di geragogia in Varricchio M.,Coppola L. Geriatria e Gerontologia pagg.137-150,Idelson Gnocchi, Napoli,1998
3. Aveni Casucci M.A. Psicologia e Gerontologia Ed Claire,Milano,1984
4. Aveni Casucci M.A. Psicogerontologia in Nicita Mauro V. Geriatria Oggi vol.2,pagg.19-40,Editoriale Bios,Cosenza,1991
5. Barucci M. Psicogeragogia UTET Libreria,Torino,1989
6. Barucci M. Trattato di Psicogeriatria USES,Firenze,1990
7. Cristianini G. Lezioni di Geragogia Ciessedi, Milano,1992
8. Di Benedetto V.,Romeo P. Pedagogia e Geragogia: discipline fondamentali nella cultura dell'uomo. Geriatria,1986,8,389-394
9. Motta L.,Barbagallo G. Geragogia in Nicita Mauro V. Geriatria Oggi pagg. 3-18,Editoriale Bios,Cosenza,1991
10. Nicita Mauro V. Prevenzione e trattamento dell'invecchiamento precoce in Nicita Mauro V. Geriatria Oggi pagg. 209-212,Editoriale Bios,Cosenza, 1988
11. Nicita Mauro V. et al Fumo e invecchiamento Giorn.Geront.,1999,47,Suppl.1,11-30
12. Nicita Mauro V. et al Dieta mediterranea e longevità. Geriatric Medicine, 2010,5,28-31
13. Simeone L. La geragogia in Europa Giorn.Geront. 1986,34,897-99
14. Sordi A. Appunti per una antropologia della vecchiaia, in Antonini F.M.,Fumagalli C Gerontologia e Geriatria vol.1 pagg. 111-139,Wasserman,Milano,1973

Gli editoriali più recenti
   
Geragogia.net © - Dott. Giovanni Cristianini - 2001 - 2016